400 anni...

di storia

4 giugno 1594

Camilla Medea Ghiglino Patellani con altre sei compagne, Delia Durante, Geronima Costa, Margheritina Gatto, Benedettina Honeto, Bianca Gianelli e Simonetta Cassino, ispirate da Dio e sotto la guida spirituale del gesuita Bernardino Zanoni, risolsero di fare vita comune e di abitare insieme. Presero alcune stanze in affitto nella zona di Sarzano a Genova, quartiere popolare non lontano dal Molo, dove ferveva la vita sociale dei cittadini.
Così inizia l’avventura di sette giovani compagne che avevano l’ardire di assomigliare ai preti rinnovati. Così venivano chiamati i gesuiti, presenti a Genova dal 1554 nel medesimo quartiere dove nacque Medea.
Fin dagli inizi, la piccola comunità delle Medee, si configura come comunità educativa. Medea e compagne sentivano forte nel cuore il desiderio di accompagnare “figliole” insegnando loro le cose della vita, il lavoro, a leggere e a scrivere. Le prime Medee vanno lungo i vicoli di Genova a raccogliere fanciulle e donne di ogni ceto con particolare attenzione per le più povere o per coloro che nel futuro potranno incidere positivamente nella società. Educano e formano la giovane donna, la fanciulla, ad essere donna, sposa, madre e ad inserirsi nella società come soggetto attivo.
Contemporaneamente le Medee si dedicano alla catechesi e alcune di loro, accompagnano persone nel cammino di ascesi e di sequela evangelica con gli Esercizi spirituali.
Medea scrisse le Regole in 31 articoli per dare unità al gruppo e per le sue figlie future.
Dopo la morte di Medea, la sua eredità spirituale si trasmise alle compagne di secolo in secolo fino al 1920, anno in cui il gruppo riceve dalla Chiesa il riconoscimento ufficiale di Congregazione religiosa. Fino a questo momento ci fu un’approvazione tacita e la congregazione è rimasta legata alla terra genovese e alla comunità dei padri gesuiti.
Nel 1935 la piccola Congregazione viene approvata dalla Santa Sede, le Medee escono dall’ambiente genovese e si aprono prima all’Italia e poi al mondo. Da questo momento l’albero dalle radici profonde più di tre secoli, inizia la sua avventura con rami estesi in Italia, Brasile, Albania, Bolivia, Argentina e Congo.
Medea Fondatrice

Medea Fondatrice

Bernardino Zanoni sj

Bernardino Zanoni sj.

<dicembre 2017>
lumamegivesado
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
Congregazione Suore di S. Giovanni Battista e S. Caterina da Siena "MEDEE"
Via B. Eustachio, 18 - 00161 Roma (RM) - Tel. 06/4402716
powered by DOMUSMEDIA ę | All rights reserved